-Osteopatia e Naturopatia-

          Una mano alla Salute

Studio di  Lunghi-Baroni

EVERY. WHICH FRUITFUL AIR SECOND THAT FISH GRASS. FIRST DIVIDED SHE'D WAS GIVEN MAN SAW YIELDING

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Cos'è l'Osteopatia?

L’Osteopatia è una forma di assistenza sanitaria manuale centrata sul paziente che riconosce l’importante legame tra la struttura del corpo e la sua funzione. Gli osteopati, attraverso una diagnosi, una valutazione consapevole, e una vasta gamma di tecniche manuali, possono identificare le disfunzioni nel corpo e facilitare la capacità di auto-guarigione innata dell'organismo e promuovendo un approccio rivolto alla totalità della persona in tutti i campi della salute e del sano sviluppo, soprattutto tramite la pratica del trattamento manuale [per saperne di più clicca qui].

Cosa aiuta l'osteopatia?

Problemi relativi ai sistemi meccanici e nervoso, come il dolore, il disagio e la disfunzione  dei muscoli e delle articolazioni e le loro strutture associate (mal di schiena , dolori cervicali, spalla dolorosa, dolore pelvico, distorsioni, ecc.).


- Cadute, lesioni, effetti della cattiva postura, tensioni,  stress emotivo e mal di testa.


- Ridotta funzionalità dei sistemi del corpo come problemi digestivi, disturbi circolatori, malattie respiratorie, orecchio, naso o gola, problemi soprattutto nei giovani, condizioni legate allo stress e alle malattie infettive. È stato anche dimostrato che il trattamento osteopatico contribuisce efficacemente alla cura di ricovero e convalescenza post- operatoria.


- Problemi funzionali riguardanti lo sport a tutti i livelli, compresi gli atleti d'elite.


- Problemi funzionali connessi con la gravidanza, le donne incinte, i neonati e l'infanzia (plagiocefalia non sinostosica, reflusso, coliche, vomito, insonnia, asimmetrie posturali e atteggiamenti scoliotici).


- Quando i pazienti non hanno un vero motivo di consultazione, ma non si sentono in equilibrio (stanchezza, inappetenza, insonnia, ecc.).


Recenti studi hanno dimostrato che l'osteopatia può essere efficace in una serie di condizioni e malattie diminuendo i costi sanitari (Tsertsvadze 2014), riducendo l'esigenza di trattamenti farmacologici, test diagnostici e abbassando il rischio di complicazioni (FORE, 2010).

Come si svolge una visita Osteopatica e quanto dura?

Le visite durano circa 45min. /1h. La visita si svolge con:

- Raccolta dei dati con sconsultazione dei referti delle indagini strumentali (Rx, Tac e RMN).

-Esame obiettivo osteopativo: osservazione, valutazione posturale e test osteopatici per confermare e/o smentire le ipotesi effettuate durante l'anamnesi.

- Trattamento iniziale: esecuzione delle tecniche manipolative per migliorare la funzionalità delle zone individuate durante l'esame obiettivo

Al termine del primo trattamento l'osteopata spiegherà i possibili effetti futuri del trattamento e stabilirà in accordo con il paziente, con quale cadenza effettuare i successivi trattamenti. L'osteopata potrebbe talvolta suggerire degli esercizi individuali e misure di auto-aiuto, così come suggerimenti inerenti lo stile di vita, oltre al ricorso ad altre discipline sanitarie, se utili, per aiutare il recupero individuale.

Con che frequenze si effettuano i trattamenti e quanti ne servono?

Il piano di trattamento viene scelto da osteopata e paziente al termine del primo incontro. Il numero delle sedute, la loro frequenza e la durata dell'intero ciclo di trattamenti è determinano da fattori come:


-     età ( ad es. il neonato integra velocemente gli stimoli dei trattamenti e viene rivalutato nell'arco di una settimana, mentre l'anziano necessita di tempi più lunghi),


-     salute generale, sensibilità al trattamento ed impegni ed attività svolte.


Generalmente problemi acuti, ovvero che si sono presentati di recente, migliorano velocemente (ad es. da un trattamento singolo a tre trattamenti eseguiti nell'arco di un mese), mentre condizioni croniche, richiedono maggior tempo di risposta ( ad esempio un appuntamento al mese).

Il trattamento osteopatico è doloroso?

Di norma le tecniche utilizzate dall'osteopata e dal naturopata non sono dolorose. Nel corso della valutazione, l'operatore può esercitare delle pressioni per valutare il livello di dolore di aree sintomatiche o di aree di tensione che ritiene correlate al disturbo presentato.


Gli approcci manuali utilizzati sono molteplici e vanno dalla manipolazione( è solo una delle molte tecniche a disposizione di un operatore) a tocchi leggeri. Il trattamento viene selezionato in base alle esigenze della persona, non in base a quelle dell'operatore.

Una medesima tecnica può essere eseguita con forza o intensità variabile, a seconda delle necessità richieste, producendo effetti e risposte tissutali diverse. La forza dovrebbe essere tale da ottenere le risposte auspicate, riducendo al minimo il rischio di provocare reazioni avverse.


Il tocco gentile dell'osteopata favorisce la salute del sistema somatico e viscerale.

Ci sono controindicazioni in Osteopatia?

Il rifiuto del paziente o l'assenza di consenso informato (verbale e/o scritto) è una controindicazione assoluta all'applicazione di qualsiasi tecnica o trattamento osteopatico. Il documento redatto nel 2010 dall'Organizzazione Mondiale di Sanità descrive controindicazioni assolute e relative ad alcune tecniche osteopatiche con riferimento a determinate condizioni cliniche(WHO 2010). Tuttavia non sono state riportate controindicazioni assolute al Trattamento Manipolativo Osteopatico. Le consultazioni che hanno permesso la stesura del documento citato considerano l'osteopata in grado di valutare e scegliere la tecnica più adeguata al caso o qualora fosse necessario di rimandare il cliente ad uno specialista medico; sottolineano inoltre quanto emerso dalle pubblicazioni scientifiche che hanno confermato la sicurezza del trattamento manipolativo osteopatico applicato a diverse tipologie di popolazione quale ad esempio quella pediatrica, quella afferente ai presidi di pronto soccorso, quella di genere femminile affetta da disturbi dell'umore correlati alla fase climaterica (Hayes N.M., T.A. Bezilla 2006; Plotkin B.J. et al. 2001; Roberge R.J. Roberge M.R. 2009). Si rimanda per qualsiasi ulteriore dettaglio alla lettura della sezione  “Aspetti legati alla sicurezza” del seguente del documento: WHO Benchmarks for training in traditional /complementary and alternative medicine: benchmarks for training in osteopathy. World Health Organization 2010.

Occorrono esami medici clinici per la visita osteopatica?

Gli osteopati  sono formati per eseguire una valutazione clinica standard dei sistemi muscolo-scheletrico, cardiovascolare, respiratorio, digerente, urinario, ostetrico e nervoso. Si tratta di un professionista della salute di contatto primario formato a riconoscere le condizioni che richiedono l’intervento del medico, che potrebbe a sua volta richiedere appprofondimenti diagnostici utili a comprendere meglio la problematica rilevata. 

L'Osteopatia è rimborsabile?

Sono sempre di più gli italiani che per risolvere alcuni problemi di salute si rivolgono all'osteopata. Questa figura sanitaria, però, non è ancora riconosciuta dal ministero della Salute e non è quindi inclusa nell'elenco delle professioni sanitarie (disponibile sul sito istituzionale del ministero). Questo significa che, fino a quando l'osteopatia non sarà riconosciuta in Italia a livello normativo, le prestazioni di questi specialisti non potranno essere portate in detrazione dai pazienti. L'osteopatia ad oggi è rimborsabile solo se si è provvisti di un'assicurazione che copra il trattamento osteopatico e di una prescrizione medica.

Che differenza c'è tra Osteopatia e Chiropratica?

Si tratta  di due approcci di medicina tradizionale, basati su un sistema antropologico nato nell'America di fine '800. Sia l'osteopatia che la pratica sono volti a stimolare la salute, attraverso l'ottimizzazione di eventuali sovraccarichi della capacità adattativa individuale. La chiropratica  si pone oggi come un approccio focalizzato sulle componenti biomeccaniche resta esclusivamente ancorata all'uso specifico della manipolazione vertebrale. L'osteopatia centra il suo approccio sulla persona, approcciando a differenti disturbi (mal di schiena, cervicalgia, dorsalgia, cefalea, disturbi gastro-intestinali, ecc.) che possono risentire di sovraccarichi metabolici, neurologici, circolatorio-respitarori, metabolico-energitici, biopsicosociali oltre che biomeccanici

Che differenza c'è tra Osteopatia e Fisioterapia?

L'osteopata e il fisioterapista possono collaborare assieme per ottimizzare il processo di recupero di una persona. I fisioterapisti aiutano le persone colpite da lesioni, malattia o disabilità attraverso il movimento e l'esercizio fisico, l'utilizzo di macchinari, l'istruzione e la consulenza.La professione contribuisce a favorire e facilitare il recupero, consentendo alle persone di rimanere al lavoro  e nel frattempo aiutarle a rimanere indipendenti il più a lungo possibile. L'osteopata osserva come lo scheletro, le articolazioni, i muscoli, i nervi, la circolazione, il tessuto connettivo e gli organi interni funzionano nella globalità, valutando quando invece tali strutture sono affette da disfunzione somatica: questa, pur non essendo una malattia, viene completata nel codice internazionale delle malattie come un'alterazione del tessuto che può condizionare la salute peggiorarla, fino a causare e mantere òa malattia. L'osteopata tratta la disfunzione somatica avvalendosi di tecniche dolci, non invasive e sicure. Questo approccio permette talvolta di ottimizzare tempi e costi delle cure riabilitative.

Come faccio a sapere se un Osteopata è preparato?

Prima di recarvi da un osteopata controllate che appartenga al registro nazionale (ROI) o a un organo professionale competente (consultare www.forewards.eu or www.efo.eu per i dettagli).

Uno studio di osteopatia dovrebbe essere in grado di fornire informazioni circa i suoi osteopati, la loro formazione e la loro esperienza.

Essi dovranno inoltre dirvi quali sono i trattamenti offerti e fornirvi indicazioni chiare circa le tariffe da pagare per la visita, il trattamento e qualsiasi altro aspetto della vostra cura.

Gli studi osteopatici dovrebbero essere igienici, sicuri, di agevole accesso, e adatti a erogare un’assistenza sanitaria di alta qualità; inoltre dovrebbero essere conformi alle normative nazionali sulla sanità e sulla sicurezza.



F.A.Q.

- UNA MANO ALLA SALUTE -

Website Building Application

STUDIO DI OSTEOPATIA E NATUROPATIA CHRISTIAN LUNGHI-FRANCESCA BARONI

- UNA MANO ALLA SALUTE -

PUBBLICAZIONI

LA VISITA

Osteopata roma- Osteopata bracciano- osteopatia pediatrica-lombalgia- cervicalgia- sciatalgia-spalla dolorosa- cefalea- Osteopatia pediatrica- Tratttamento osteopatico roma

F.A.Q.

ARTICOLI

CONTATTI

OSTEOPATIA A DOMICILIO